Fiori e sentimenti

MESTIERI

I vari ed antichi mestieri
Di un tempo lontano:
del fabbro, che forgia,
con mani annerite,
il ferro in attrezzo;
del falegname, che sogna
castelli di legno
nella foresta incantata;
del calzolaio,
che batte e ribatte
le vecchie ciabatte,
ridando loro la vita;
del sarto, che taglia,
cuce ed inventa i mille vestiti
di dame e cavalieri. I nuovi mestieri Di chi,
scoprendo i misteri
della vita e della natura,
può dare, o togliere,
simile ad un antico
Dio remoto,
la speranza;
di tutti coloro
che superano
le antiche barriere
del tempo
e dello spazio,
proiettati
in un mondo
che non è più il nostro;
di nuovi uomini
semidei, in grado di superare
i limiti
di un corpo superumano.
Gli eterni mestieri
di un genitore,
che accompagna
per mano
il proprio figlio,
incontro al futuro;
di un maestro,
che insegna
agli allievi
a vivere la vita,
e ad affrontare
le mille
battaglie quotidiane,
come si affrontano
i mille, ,quotidiani,
compiti di scuola,
di chi cura i malati,
e li assiste,
rendendo meno pesante
il dolore,
soffocando la vergogna
di non essere più
in grado
di badare a se stessi, con umiltà e con amore.

MAESTRO

MAESTRO
L’antico mestiere del fabbro,
che trasforma l’informe attrezzo
in utile attrezzo. L’antico mestiere
del contadino,
capace di ricavare cibo dall’arida terra.
L’antico mestiere
del falegname,
che trasforma,
come un mago,
la foresta in castello.
L’antico mestiere
della sarta,
che cambia
in vesti opulenti
semplici pezze di stoffa.
L’antico mestiere
del cuoco,
capace di elaborare
pochi ingredienti
in gustose ricette.
Anche il mio
è un mestiere antico;
l’umile mestiere
di chi,
china la testa
accanto
al piccolo capo di un bimbo,
gli insegna
a computare
i primi calcoli,
a sillabare
le prime letture,
a scrivere
le prime parole,
per accompagnarlo,
e guidarlo,
alla scoperta dei mille
misteri del creato
,sapendo
che nulla
di quanto
potrà insegnargli,
come nozione,
varrà
tanto
quanto
gli insegnerà,
con il proprio
esempio,
per entrare nel mondo
ed affrontare
la vita!

Ultimo inserimento 26 novembre 2007